venerdì 21 marzo 2014

Scrap-Guida #3 - Le possibili creazioni scrappose

Sicuramente se vi state interessando allo scrapbooking avete anche una mezza idea di ciò che vi piacerebbe realizzare. Prima di passare ai vari approfondimenti su strumenti e materiali (accennati qui) e tecniche, vorrei ricapitolare le possibili creazioni che si possono fare con lo scrapbooking introducendo qualche vocabolo tipico in cui ci si può imbattere associato allo scrap.

Album di fotografie

  • Gli album di foto sono forse la prima cosa che viene in mente parlando di scrapbooking. Possono essere di diverse dimensioni e formati, così come siamo abituati con i nostri album tradizionali non scrapposi, ma in questo modo possiamo renderli molto più personali e raccontare meglio la storia che sta dietro ad una semplice foto.
    Il formato tipico è quello grande quadrato composto da buste di plastica (page protectors) che possono contenere le carte da scrapbooking di dimensioni 30,5x30,5 cm senza rovinare nè foto nè abbellimenti sporgenti. Queste pagine di dimensioni standard vengono spesso indicate con il termine layout (LO) e contengono una o più foto accompagnate da parole e decorazioni, talvolta seguendo schemi di composizione, detti sketches. Questi album si possono acquistare nei negozi specializzati oppure si possono costruire da zero facendo un po' di pratica con il cartonaggio
Esempio di layout con foto delle vacanze

  • Spesso le scrapper si dilettano nella realizzazione di mini album dalle forme più varie: quadrati, rettangolari, tondi, forme irregolari, pagine a fisarmonica, pagine con buste, pagine nascoste o piegate, ecc... Questi tipi di album non-standard generalmente non prevedono l'uso dei page protectors ma lasciano le pagine scoperte, unite da anelli, spirali o cordoncini. Sono perfetti per fare un regalo molto personale a qualcuno perchè possiamo scegliere un tema o un'occasione da raccogliere nell'album utilizzando anche poche foto ma significative e ottenere qualcosa di sicuro effetto...
  • Ultimamente si sta diffondendo il project life, un modo di realizzare gli album in un certo senso più pratico e veloce: in realtà si tratta di un vero e proprio brand creato da Becky Higgins, che consiste in album formati da buste di plastica suddivise in taschine che possono contenere cartoncini pretagliati da accompagnare a foto e pensieri scritti a mano da noi. L'idea di partenza è quella di velocizzare e semplificare la realizzazione degli album riducendo al minimo l'uso di colla, forbici e abbellimenti, ottenendo comunque un risultato d'effetto, ma nulla vieta di arricchire a proprio piacimento le carte nelle loro taschine... Rispetto agli album, i project life assumono più la forma di diari in cui raccontare in breve gli eventi significativi di cui vogliamo mantenere vivo il ricordo, magari dedicando una pagina per ogni settimana dell'anno... Ad essere sincera non mi sono ancora cimentata nel project life, ma sono molto tentata e prima o poi ci cascherò anche io! :-) Su Pinterest trovate un sacco di esempi e alcuni anche in una mia board.
  • Infine, vorrei citare gli smash book (o smash journal), un qualcosa che forse si avvicina molto agli inconsapevoli primi approcci allo scrapbooking che avevamo quando riempivamo il diario di scuola con scritte e biglietti. Devo dire che mi piace molto perchè in un certo senso serve meno senso estetico e manualità rispetto ad un album scrap, perchè ci sono meno "regole", è fatto di molte parti scritte, disegni e ritagli di giornale oltre agli abbellimenti tipici dello scrap, c'è molto raccontare, annotare cose da ricordare, liste, idee e raccogliere cose che difficilmente trovano spazio in un album di foto. Ne avete diversi esempi nella mia board di Pinterest dedicata agli smash book.
Non esattamente uno Smash journal ma è qualcosa di molto vicino per raccogliere i biglietti del cinema e simili e per raccogliere ricordi e memorabilia delle vacenze

Biglietti

Questa è forse la parte che preferico perchè, a differenza degli album che richiedono più tempo e organizzazione, si riesce ad ottenere un risultato in poco tempo e, pur non essendo un regalo vero è proprio, le card sono sempre qualcosa di gradito per chi le riceve. E nelle card rientrano tutti i generi di biglietti che ci vengono in mente, dai più semplici auguri e ringraziamenti a vere e proprie partecipazioni e inviti a cerimonie importanti.
Come per i layout, anche in questo caso si possono seguire schemi di composizione dei vari elementi sul cartoncino di base.
Spesso si parla di particolari tipi di biglietto cioè le tag che non sono altro che biglietti a forma di cartellino dei prezzi, di forma più squadrata o più arrotondata, con un forellino in cui far passare un nastrino o un cordino per legare il cartoncino al pacchetto regalo.

Alcuni esempi di card di compleanno, Natale ecc...

Decorazioni varie

Con lo stesso metodo di comporre layout e biglietti è possibile decorare qualsiasi cosa ci venga in mente. Qualsiasi oggetto può essere reinterpretato e decorato a nostro piacimento unendo materiali diversi. In questo modo qualcosa di "anonimo" acquisisce un nuovo aspetto e qui nascono i regalini migliori per le persone a cui vogliamo bene... E quindi diamo sfogo alla fantasia decorando scatole, cornici, quaderni, agende, creiamo calendari, decorazioni per feste e qualsiasi altra cosa ci appaia con un potenziale scrapposo... :-)

Qualche piccola applicazione scrap per una decorazione di Halloween, una mini rubrica, una scatolina e l'etichetta di un quaderno (alcuni sono un po' bruttini ma sono stati i miei primi esperimenti scrapposi...)

A presto con un nuovo capitolo della Scrap-Guida tra materiali, tecniche e approfondimenti! :-)

2 commenti:

  1. Ciao Laura! :) Che meraviglie! Voglio fare un album di foto del mio bimbo! Complimenti per il tuo lavoro. Brava brava.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille molto gentile! A presto! :-)

      Elimina

Grazie per aver letto il post! Se ti va lascia un commento! :-)

Linkwithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...